Afromusic….che passione!!

http://www.mediafire.com/?opwcxmzta8swykt

AFROHISTORY

1416908291.jpg

a cura di Edo Morelli

La musica afro è un genere musicale che mescola diverse sonorità grazie soprattutto ad un lavoro di Djing.

La musica afro nasce in Italia negli anni 1970, un periodo molto florido per la musica ballabile, in cui le discoteche iniziavano a diventare la moda, sospinte anche grazie al modello americano della “saturday night fever”. Nei locali, a differenza di un certo attuale monotematismo, si suonava un crossover di disco, funk, soul, reggae e world music, mescolate da Disc Jockey poi dimostratisi molto capaci nell’arte di sperimentare il mix di generi, e questo contribuì alla nascita definitiva del genere afro, ed io sono tra questi.

Il nome “musica afro” si dice sia dovuto al dj Daniele Baldelli considerato il massimo esponente del genere, che all’epoca si esibiva ai piatti nel locale Baia degli Angeli di Gabicce. In un periodo tra il 1976 ed il 1979, alla quale si aggiunse poi Claudio Rispoli in alias Moz-art, ed io in quell’anno iniziai al Divina a Torino e segui una stagione estiva al Mirage di Rimini e al New york di Miramare. Dai djset del periodo si capisce come il genere non aveva sostanziali collegamenti con la vera e propria musica africana (afro-pop, o in generale musica etnica di origine africana) come farebbe pensare il nome, ma fu il pubblico a dare a questo tipo di musica tale denominazione, esisteva una moda particolare fatta di camice Hawaiane e jeans usati provenienti dall’america, a Torino era famoso lo store “La dea del paradiso sciccoso” che utilizzava come logo il volto di Marylin Monroe.

Era solo l’inizio di un fenomeno di tendenza durato sino a metà anni ’80.