I FRATELLI LAPIZZA sono a Moncalieri

pizza al tegamino,farinata

Quando andiamo in pizzeria, raramente ordiniamo la pizza in base al tipo di farina impiegata, al tempo di lievitazione o al metodo di cottura. Finiamo col scegliere spesso la stessa copertura, il “topping”, che ci piace, ignorando che a ogni impasto potrebbe abbinarsi meglio un diverso mix di ingredienti. La pizza per la maggior parte delle persone è nel piatto (e non ci curiamo del fatto che spesso venga stesa anche col mattarello!) o al taglio. Ma in realtà tra professionisti si fa una gran differenza tra pizze in teglia, nel padellino, stesa soffice e stesa croccante, alla pala, al metro, o con impasto integrale.

Così, abituati a considerare la pizza un alimento “easy” (leggi gustoso, veloce ed economico), chiudiamo un occhio sulla qualità. Come se eccellenza e professionalità fossero un obbligo solo per i grandi ristoranti. Dovremmo invece imparare a riconoscere – e pretendere – la qualità in ogni alimento o bevanda che ingeriamo. Tanto più che da italiani dovremmo avere nel dna la cultura del cibo.

Poco costoso non vuol dire di poco valore, eppure l’equivoco è in agguato: per questo non mandiamo indietro un caffè fatto male, mentre lo facciamo nel caso di una bottiglia di vino, come non protestiamo per una pizza mal lievitata, mentre un ristorante di classe che ci proponesse un grave errore nel piatto non ci avrebbe mai più come clienti.

Ne è passata, insomma, di acqua sotto i ponti, da quando si riteneva il pizzaiolo un mestierante improvvisato e senza qualità tecniche (malvisto peraltro, perché nonostante la scarsa qualità offerta molti titolari di pizzerie si sono arricchiti).
Oggi pizzaioli e cuochi sono due figure professionali diverse che appagano la nostra diversa voglia di mangiare fuori: si aggiornano, studiano farine e lieviti, impasti e cotture.
“A volte la pizza è indigesta e ci ‘gonfia’ perché continua a fermentare nello stomaco. Bisogna dire basta alla pizza fast food, quella con le patatine fritte sopra, tanto per intenderci. La vera pizza dovrebbe essere un alimento completo e sano, non un mattone sullo stomaco”

Questo non succede alla pizzeria a Moncalieri dai fratelli LAPIZZA che selezionano prodotti genuini per una pizza al padellino ad alta digeribilità.

Provare per credere!

Apre a Moncalieri “Fratelli LAPIZZA”

 

pizza al tegamino.farinata,moncalieri

Finalmente apre a Moncalieri Fratelli LAPIZZA il nuovo franchising della pizza al tegamino e la farinata.

 

Una nuova attività nel Borgo San Pietro di Moncalieri a pochi passi dal fiume sangone e alla tangenziale verso il mare ligure.

 

Facile da raggiungere e accogliente nelle sue sale rustiche. Accolti all’ingresso dove spicca un grande bancone in legno con grande spillatrice a vista in rame.


Tavoli e panche in legno e perlinato alle pareti. Luogo ideale per gustare la pizza al padellino e la farinata. Antica tradizione dal 1935.