Vieni a Parigi con sei euro!

 

 

PARIGI.jpga cura di Edo Morelli

 

Sono lieta di annunciare che a partire dal 27 marzo 2011 sarà operativo il nuovo collegamento da Torino per Parigi (Beauvais). La rotta avrà quadrupla frequenza settimanale (lunedì, mercoledì, venerdì e domenica) e contiamo di movimentare circa 60.000 passeggeri tra le due città nel primo anno di operatività. Per i parigini sarà un’allettante occasione per scoprire o ritornare presto a Torino, anche in vista dei tantissimi eventi in programma con i festeggiamenti del 150° Anniversario dell’Unità Nazionale, mentre per i piemontesi sarà una ragione in più per lasciarsi conquistare dalla capitale più romantica del mondo! Prenotate subito il vostro volo da Torino per queste e altre destinazioni solo su ryanair.com a partire da € 6*!

Bella notizia! Questo commento è di Melisa Corrigan manager di Ryanair.

Quindi dal 27/03/2011 tutti a visitare Parigi a partire da 6 euro. Costa meno che restare a casa.

Questa casa non si compra!

01118_manhattan_2560x1600.jpg

Le previsioni per il I semestre 2011

Per il primo semestre 2011, le previsioni indicano un miglioramento per le compravendite ad uso residenziale, in particolar modo per le aree centrali delle città, ed un aumento degli affitti a uso abitativo (+10%). Nelle zone periferiche il mercato potrebbe mantenersi sostanzialmente stazionario, così come i tempi di vendita. “E’ possibile però che anche nei prossimi mesi – dichiara il presidente del Centro Studi Fiaip – i motivi di natura precauzionale dovuti all’attuale fase di incertezza politica, possano indurre sia le famiglie che gli investitori a rinviare l’acquisto di un immobile. Ma al tempo stesso, proprio la fase d’incertezza, unita all’introduzione della cedolare secca, potrebbe indurre i potenziali acquirenti a collocare i propri risparmi nel mattone, alla luce del sostanziale contenimento dei prezzi che garantisce la tenuta complessiva dell’investimento e la buona redditività lorda (5,1%)”.

 

Quindi se vi state domandando “…ma stà casa la compro o nò? ” dovete aspettare il prossimo semestre. Tanto è difficile prendere una decisione in merito e chi si occupa di ricerche, indagini, sondaggi per stabilire dove mettere i nostri risparmi se ne guarda bene dal prendere responsabilità in merito.

Avete capito bene? un miglioramento c’è per le aree centrali delle città ed un aumento degli affitti ad uso abitativo (commerciale noo?) come dire se a Roma o Milano paghi 800 euro per il monolocale adesso rischi di pagare 880.

Se consideriamo i momenti di incertezza (che te lo dico a fare) allora forse c’è la possibilità che si rimandi l’acquisto.

Ma attenzione proprio la fase d’incertezza potrebbe indurre i potenziali a mettere soldi nel mattone perchè….c’è contenimento.

Allora tutto chiaro?

Ringraziamo il presidente del centro studi e  come diceva mio nonno:

” SE NON E’ ZUPPA E’ PAN BAGNATO “